Coronavirus. Chiusa la provincia di Rimini

Lunedì stop alle attività produttive. Tutto vietato, anche il lungomare

ANDREA ROSSINI – Stop alle attività produttive di beni e servizi non essenziali, chiusura di aziende, industrie, uffici, banche e negozi. Tutto vietato, compresi spiagge, lungomare e cimiteri. Gli abitanti della provincia di Rimini potranno mettere il naso fuori di casa solo per le urgenze. E anche a fare alla spesa, si andrà uno per famiglia. Sotto la pressione di una sanità locale vicina al collasso, dell’aumento dei contagi e delle criticità epidemiologiche accusate nei territori di confine come San Marino e la provincia di Pesaro-Urbino si stringono le maglie del “no”. La zona arancione si tinge decisamente di rosso. È quanto disposto dalla nuova ordinanza della Regione Emilia Romagna, sottoposta a una lunga e sofferta gestazione, mirata in particolare alla provincia di Rimini. (…)

Articolo tratto da Corriere Romagna

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy