Rimini. Coronavirus, Bonaccini favorevole alla riapertura delle attività

“Le misure restrittive si possono allentare”

L’annuncio del governatore Bonaccini: “Se faremo le cose per bene si potrà cominciare riaprire qualcosa dal 14 aprile”

MANUEL SPADAZZI – Rimini vede finalmente la luce. Perché è molto probabile che dal 14 aprile, dopo Pasquetta, vengano riviste e allentate le restrizioni speciali adottate per la nostra provincia (e anche per quella di Piacenza e per il comune di Medicina), in particolare per le aziende. L’ha fatto capire ieri lo stesso presidente dell’Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, facendo il punto sul pacchetto di misure economiche che la Regione ha deciso di adottare. “Teniamo la porta aperta. Io sono convinto che se faremo le cose per bene si potrà cominciare a vedere riaperto qualcosa…”. Già domani si svolgerà una riunione tecnica tra la regione e il governo per valutare come procedere dopo il 13 aprile. La richiesta, avanzata alla Regione dal territorio di Rimini, è di allentare gradualmente la stretta sulle aziende e far ripartire così pian piano l’economia, che sta vivendo una crisi senza precedenti. Si perché le limitazioni adottate per la nostra provincia, chieste direttamente da sindaci e prefetto, sono oggi le più rigide in Emilia Romagna. Di fatto hanno comportato il blocco totale della produzione per le imprese, fatta eccezione per quelle legate alla filiera alimentare e dei beni di prima necessità, con deroghe concesse solo ad alcune aziende per smaltire la merce già pronta per la consegna e la conclusione di alcune lavorazioni. Un altro aspetto che caratterizza l’ordinanza speciale per Rimini è il presidio dei confini con San Marino e le province di Pesaro-Urbino e Forlì-Cesena, con la chiusura delle strade secondarie e gli altri accessi presidiati dalle forze dell’ordine. Misure che andranno ad attenuarsi probabilmente già dopo Pasquetta, come ha lasciato intendere Bonaccini. (…)

Articolo tratto da Il Resto del Carlino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy