Rimini. Gesti di solidarietà nei confronti dei poliziotti della Questura di Rimini

Gesti di solidarietà nei confronti dei poliziotti della Questura di Rimini durante l’emergenza Covid-19.

Da quando è iniziata l’emergenza sanitaria, numerose sono state le dimostrazioni di affetto e vicinanza manifestate dai cittadini riminesi nei confronti della Polizia di Stato.
Alcune attività commerciali hanno deciso di porre a disposizione dei poliziotti i loro servizi, altre ancora i loro prodotti.
In tutti i casi, le azioni sono state determinate dalla consapevolezza di voler ringraziare, in qualche modo chi, ogni giorno, con diverse modalità e responsabilità, lavora per contrastare e contenere il diffondersi del COVID-19.
Tantissimi cittadini hanno fatto pervenire presso gli uffici di Corso d’Augusto i dispositivi di protezione individuale che, di volta in volta, riuscivano a reperire: dalle classiche mascherine, ai guanti in lattice, ai disinfettanti per le mani e per le superfici.
Tra i tanti gesti di solidarietà c’è, ad esempio, quello dei titolari della pizzeria Napulè di Piazza Mazzini, che una volta a settimana offrono la pizza agli operatori che si apprestano ad effettuare il turno della sera: dai poliziotti delle volanti, a quelli dei corpi di guardia o per coloro che lavorano presso la sala operativa.
O anche il gesto del titolare della ditta “Bianchi Detailing” di Via Cesare Pavese, che si è offerto di igienizzare e sanificare tutte le Volanti di Rimini, atto molto apprezzato dal personale, per cui l’autovettura di servizio costituisce e rappresenta lo strumento necessario ed indispensabile per il portare a compimento il proprio operato.
Gesti solidali che ci fanno sentire tutti più uniti, anche se distanti.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy