San Marino. La Kemin Textiles devolve 10mila euro alla Protezione Civile

Partita una raccolta fondi interna all’azienda per supportare i malati sammarinesi di Covid-19.

L’idea è di Kemin Textiles, azienda proprietaria del marchio Garmon, leader nelle soluzioni chimiche dedicate al finissaggio in capo 

La raccolta fondi, si legge in una nota, “ha permesso di raccogliere una cifra pari a 10.000 euro ed è frutto di una donazione da parte dell’azienda e della cessione spontanea da parte di dipendenti e collaboratori di una quota dello stipendio di aprile“. La somma raccolta “sarà devoluta alla Protezione Civile di San Marino, responsabile della raccolta fondi per l’Ospedale di Stato, e aiuterà il personale medico e sanitario a curare i malati di Covid-19 ospitati all’interno della struttura”.

Un’altra misura, resa possibile dalla generosità dell’azienda, “ha permesso di incrementare lo stipendio dei dipendenti che, per la natura del loro lavoro, non potevano svolgere lo smart working”. A queste persone durante l’emergenza coronavirus “verrà riconosciuta una paga giornaliera superiore del 50% per ogni giorno di lavoro trascorso nella sede di Strada Acquasalata“. 

Infine, l’azienda “ha previsto un supporto psicologico gratuito ai dipendenti che dovessero aver bisogno di aiuto durante la difficile emergenza a cui il territorio sammarinese e italiano sono sottoposti”.

Il presidente Kimberly Nelson ha commentato così le misure attuate dall’azienda: “Anche se Kemin Textiles è parte di un più grande gruppo multinazionale americano, dobbiamo sempre tenere a mente le realtà locali dove operiamo e dove alcuni dei nostri dipendenti vivono, in questo caso San Marino. È importante per noi riconoscere lo spirito di comunità e offrire il nostro contributo, in ogni modo possibile. A parte questo. Sono davvero orgogliosa del duro lavoro dimostrato dai nostri dipendenti, chi si reca in azienda e chi lavora da casa, e della loro dedizione nel continuare a servire i nostri clienti in questo difficile momento”. 

Già dalla fine di febbraio Kemin Textiles, in conformità a quanto previsto dai decreti sammarinesi, “aveva attuato una serie di misure volte a tutelare la salute dei propri dipendenti: lavoro da casa, dotazione di materiale sanitario (mascherine, gel igienizzanti, guanti) per chi si reca in azienda, controllo della temperatura all’ingresso e sanificazione degli ambienti di lavoro”. Le ulteriori azioni della raccolta fondi e l’incremento del salario, misure straordinarie e non previste dai decreti, “sottolineano l’attenzione dell’azienda nei confronti dei propri dipendenti e di tutto il territorio sammarinese”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy