Fase 2 a San Marino. I medici di base: “Auspichiamo di avere il dottor Arlotti sempre alla guida”

Continua a tenere banco sui social network tra i sammarinesi la preoccupazione per il futuro del dott. Massimo Arlotti a San Marino.

Già Libera oggi, in un comunicato stampa, ha parlato di “sempre più insistenti voci di possibili dimissioni” del Commissario straordinario per l’emergenza sanitaria. In attesa di comunicazioni ufficiali ci si affida alle indiscrezioni. I rumors di Palazzo parlano di attriti con il governo per le regole della così Fase 2. E c’è chi vede in questa tesi la spiegazione del ritardo dell’emissione del nuovo Decreto, a poco più di 24 ore dal termine degli effetti del Decreto precedente. Secondo altri invece la figura di Commissario straordinario potrebbe essere ritenuta non indispensabile nella nuova fase.

 

Intanto c’è da registrare il messaggio di stima e ringraziamento all’infettivologo italiano firmato dai medici di base, sotto forma di video messaggio diffuso sui social network.

In questo terribile momento – scrivono i camici bianchi – immane è la sofferenza che il popolo sammarinese sta provando, per i tanti lutti che lo hanno coinvolto, per il dolore che la malattia crea, nel vedere i propri cari combattere in un letto d’ospedale nel tentativo di sopravvivere.
Noi medici di Medicina generale ogni giorno ci confrontiamo con pazienti, amici, parenti che esprimono la loro angoscia ed il loro smarrimento causati dall’incertezza del momento e ci manifestano la loro paura nell’essere colpiti dal Covid-19.
Tanti sono i dolori e le privazioni, senza avere la certezza di quando tutto questo avrà fine. L’incertezza del momento pervade anche noi medici di Medicina generale dal punto di vista professionale. Purtroppo siamo di fronte ad un virus nuovo, non sappiamo come si comporta, non sappiamo se esiste una terapia specifica, non esiste un vaccino, ci troviamo in pratica di fronte ad uno sconosciuto.
Nonostante tutte queste incertezze noi medici ci sentiamo pronti e determinati nell’affrontare questa nuova terribile sfida e tutto questo grazie allo spirito di squadra che ci contraddistingue, alla precisa volontà di perseguire quelli che sono i nostri ideali di medici, ponendo in secondo piano i rischi a cui andiamo incontro”.

Quindi il passaggio su Arlotti: “In questo momento così triste e buio, pieno di incertezze e dubbi, aver avuto fin da subito le precise indicazioni da parte del dott. Arlotti è stato un elemento fondamentale. La professionalità, l’esperienza e l’intuito che lo contraddistinguono, ha consentito a noi di affrontare questa sfida.
Tutti noi, medici e cittadini sammarinesi, siamo grati al dr. Arlotti per i risultati che stiamo raggiungendo grazie al suo contributo decisivo.
La competenza e la sicurezza che lo contraddistinguono non sono sfuggiti neppure al resto della popolazione sammarinese, che non esita ad esprimere la stima che prova nei suoi confronti”.

In relazione alla nuova futura fase in cui la Medicina territoriale avrà un ruolo fondamentale – conclude il messaggio – auspichiamo di averlo sempre alla guida, per affrontare le nuove sfide che questo virus ci porterà ad affrontare”.

Seguono le firme: Dott. Agostino Ceccarini, Dott.ssa Alessandra Zannoni, Dott.ssa Antonella Mariotti, Dott.ssa Barbara Cosimetti, Dott.ssa Giorgia Corbelli, Dott. Giuseppe Balducci, Dott.ssa Eleonora Comellini, Dott.ssa Emanuela Rattini, Dott. Emidio Troiani, Dott.ssa Francesca Nicolini, Dott. Lorenzo Signorini, Dott.ssa Maria Anna Aalders, Dott.ssa Martina Guerra, Dott. Nelson Lazzari, Dott.ssa Patrizia Tamagnini, Dott. Pier Marino De Luigi.

 

digià

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy