Rimini. Via libera all’ampliamento gratuito di bar e ristoranti

Ok all’ampliamento gratis di bar e ristoranti

Gli esercenti della zona mare potranno sistemare tavolini e sedie nelle aree di sosta che si trovano davanti ai propri locali

MANUEL SPADAZZI – Per bar, ristoranti, pub la riapertura finalmente si avvicina. Il governatore Stefano Bonaccini è in pressing sul governo, affinché in Emilia Romagna i pubblici esercizi possano ripartire già dal 18 maggio (insieme ai negozi). Qualunque sarà la data, per i locali di viale Vespucci e dei viali delle Regine ci sarà la possibilità di riaprire con maggiori spazi all’esterno. Il progetto Rimini open space, varato dal Comune per andare incontro ai pubblici esercizi e consentire loro di recuperare parte dei coperti a cui dovranno rinunciare (per effetto delle norme anti-contagio) utilizzando spazi pubblici gratuiti, partirà proprio dai viali nel cuore della zona mare, da Marina Centro fino a Miramare. “Stiamo parlando di un asse centrale della città, lungo oltre 6 chilometri, dove ci concentrano centinaia di locali. Partiamo da qui con la sperimentazione, ma il progetto Rimini open space – assicura l’assessore alle Attività Economiche, Jamil Sadegholvaad – riguarderà tutta la città, dal centro storico ai borghi fino alle frazioni. Ovunque ci sia un pubblico esercizio, gli daremo la possibilità di allargarsi gratuitamente”. Lo potranno fare su strade, piazze, marciapiedi, lungomari. I locali potranno richiedere un ampliamento che potrà arrivare fino al 50% della somma della superficie di somministrazione e del suolo pubblico autorizzato l’anno scorso. “Facendo un esempio concreto – continua Sadegholvaad – un locale di 30 metri quadrati e con uno spazio esterno di 10 metri quadrati già autorizzati potrà ulteriormente occupare fino a 20 metri quadrati”. (…)

Articolo tratto da Il Resto del Carlino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy