Cattolica. Parrucchiere spacciava coca tra uno shampoo e un taglio

Parrucchiere spacciava coca tra uno shampoo e un taglio

Il suo negozio era sempre affollato di clienti. E dopo il lockdown poteva essere anche comprensibile che in tanti avessero bisogno di ricorrere alle abili mani del parrucchiere. Ma in quell’esercizio commerciale di Cattolica, in pieno centro, però i clienti entravano per poi uscire nel giro di pochi minuti. Troppo pochi per farsi un taglio di capelli o un semplice shampoo. Qualcuno, poi, era solito tornare nel giro di una manciata di giorni e restare all’interno, sempre per pochi minuti. I carabinieri della Tenenza di Cattolica, guidati dal tenente Antonino Miserendino, hanno subito sospettato che qualcosa non quadrasse: quegli avventori non erano solo clienti desiderosi di fissare un appuntamento per un taglio, ma nascondevano altri interessi. Lo stesso parrucchiere poi, S.G, 44 anni, originario di Napoli, ma residente a Tavullia, era già conosciuto alle forze dell’ordine. (…)

Tratto da Il Resto del Carlino

——

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
 
 
 
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy