Rimini. Picchia la moglie nel sonno. Marito condannato a due anni e quattro mesi

Picchia la moglie nel sonno. Marito condannato a due anni e quattro mesi

L’accusa era maltrattamenti: «Fatti lontani nel tempo, ora sono un uomo diverso ho capito i miei errori»

Con l’accusa di maltrattamenti in famiglia un uomo di 49 anni originario della Campania, difeso dall’avvocato Piero Venturi, è stato condannato alla pena di due anni e quattro mesi (in continuazione con una precedente sentenza di colpevolezza). Oltre a picchiare la moglie, l’imputato, stando all’accusa, durante gli anni del matrimonio era solito offenderla e mortificarla. «Se avessi preso una prostituta di strada, sarebbe stata meglio di te». Tra il 2013 e il 2015 stando ai racconti resi alla squadra mobile, la donna, che aveva deciso di allontanarsi definitivamente da lui, subì una serie di atti persecutori che minarono il suo equilibrio.  (…)

Tratto dal Corriere Romagna

——

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
 
 
 
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy