Rimini sud, gli albergatori insorgono: «Via i profughi dalla fascia turistica»

Rimini sud, gli albergatori insorgono: «Via i profughi dalla fascia turistica»

Due casi a Miramare e Rivazzurra Croce rossa: siamo stupiti, sono ragazzi che studiano e lavorano

MARCO LETTA. «Non vogliamo profughi nella fascia turistica». Una frase che non si sentiva da un bel po’ e che ieri è stata pronunciata più volte da albergatori, commercianti, operatori in genere. Il caso? Ottanta immigrati destinati a due strutture alberghiere di Miramare e Rivazzurra, provenienti da un’area più periferica e quindi “meno visibile”. Anche il Comune ha ribadito il concetto: la fascia a mare non si tocca, i permessi li deve firmare la Prefettura e ancora non ci sono. La Croce Rossa ha ribattuto: sono ragazzi che lavorano, studiano, che problema sarà mai. (…)

Tratto dal Corriere Romagna

——

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
 
 
 
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy