Rimini. Abbattimento della Tari fino al 100% per imprese colpite dalla pandemia

Abbattimento della Tari fino al 100% per imprese colpite dalla pandemia

La manovra vale circa 5,3 milioni di euro e va a sostegno di 7.770 attività del territorio comunale

L’Amministrazione Gnassi punta ad abbattere la Tari per 7.770 imprese di Rimini, pari a circa il 68% delle utenze non domestiche del territorio, con un investimento di circa 5 milioni e 300.000 euro per sostenere le categorie economie maggiormente colpite dalla crisi economica causata dall’emergenza sanitaria. La proposta che le Commissioni consiliari I e V hanno cominciato a prendere in esame prevede riduzioni che riguardano sia la quota fissa che quella variabile, da un minimo del 10% fino all’esenzione totale per quelle attività costrette alle chiusure più prolungate. Nel dettaglio, il piano messo in Abbattimento della Tari fino al 100% per imprese colpite dalla pandemia campo dalla Giunta prevede abbattimenti del 10% per gli stabilimenti balneari, del 30% per attività del settore commercio e terziario in genere, del 40% per le strutture ricettive, ludiche e della ristorazione, per le scuole secondarie di secondo grado e di formazione, e per le attività stagionali, e del 100% per teatri, cinema, impianti sportivi e palestre, fiere, centri congressi, sale da ballo, e discoteche (…)

Articolo tratto da Corriere di Romagna

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy