Riccione. Turisti aggrediti e rapinati in spiaggia da tre giovani africani

Aggrediti e rapinati in spiaggia da una banda

Sono stati aggrediti sulla spiaggia libera, picchiati a sangue e poi rapinati del poco denaro, una quarantina di euro, che avevano nello zaino da una banda composta da tre giovani africani, tutti sui 20-25 anni. Vittime due turisti, un quarantaduenne di Morrovalle, nel maceratese, affetto da una grave patologia, e un ventitreenne di Carpi. I due sono stati costretti a ricorrere alle cure dei medici dell’ospedale. A riportare le conseguenza peggiori, la frattura del naso, è stato il quarantaduenne marchigiano (prognosi venti giorni; ndr) mentre il ragazzo emiliano ha avuto una prognosi di dieci giorni per i calci e pugni ricevuti su tutto il corpo. La brutale rapina è stata messa a segno in pieno giorno, alle 16 di mercoledì pomeriggio, sulla spiaggia libera antistante a piazzale Roma, di fronte ad altri bagnanti, sconvolti da quanto stava accadendo davanti ai loro occhi. Ma il tempestivo intervento dei carabinieri, che erano di pattuglia in zona, ha fatto sì che uno degli aggressori, A.S, un ventunenne, originario del Mali, ma da tempo residente a Rimini, venisse catturato pochi minuti dopo la rapina e il pestaggio con in tasca parte delle banconote sottratte a una delle due vittime. (…)

Articolo tratto da Il Resto del Carlino

——

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
 
 
 
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy