Nuova risonanza magnetica presso l’ospedale

Si chiama Exablate 2000 la nuova apparecchiatura di risonanza magnetica in dotazione all’Ospedale di San Marino e serve per la diagnosi e cura dei fibromi uterini.
La procedura, ambulatoriale, sfrutta l’utilizzo combinato della risonanza magnetica nucleare e degli ultrasuoni focalizzati per “distruggere” i fibromi uterini dall’esterno, senza bisogno di ricorrere al bisturi.
La risonanza magnetica consente di “centrare” il bersaglio e di mirare in maniera estremamente precisa l’effetto degli ultrasuoni focalizzati che, producendo un aumento della temperatura, distruggono il fibroma con il calore.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy