Pensionati CDLS: il logoro copione della crisi

La segreteria della Federazione Pensionati della Confederazione Democratica esprime “piena condivisione” al messaggio che i Capitani Reggenti hanno rivolto ai gruppi consiliari e a tutte le forze politiche.
“Il monito reggenziale rispecchia con assoluta fedeltà i sentimenti di preoccupazione, disorientamento e sconcerto che l’ennesima crisi politica hanno provocato nella cittadinanza”, afferma la FPS-CDLS aggiungendo che questo “nuovo e improvviso stop dell’attività di governo inevitabilmente aggiungerà ulteriori ritardi e complicazioni sul terreno delle cose da fare”.

La segreteria dei pensionati CDLS ricorda che la “lista degli impegni disattesi è lunga e che l’assenza di risposte sta pesando in modo particolare su una larga fascia delle popolazione anziana che deve fare i conti con la continua erosione del potere di acquisto delle pensioni”. E ricorda anche le “ripetute sollecitazioni rivolte ai governi che in questi anni si sono succeduti alla guida del Paese per avviare un confronto in grado di attuare interventi specifici a sostegno dei pensionati con difficoltà economiche e problemi di salute. Interventi come l’aumento dell’assegno di accompagnamento a favore degli anziani non autosufficienti, l’inserimento nel prontuario di farmaci non mutuabili, la riduzione dei costi delle bollette domestiche”.

“Ancora una volta invece – conclude la FPS-CDLS – ci ritroviamo a commentare un improvviso, quanto improvvido, scivolone politico. A richiedere una rapida soluzione della crisi, invitando tutte le forze politiche a un senso di responsabilità verso le istituzione e un maggiore rispetto verso i cittadini- elettori. Un copione logoro, che si ripete ormai da dieci anni”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy