Per San Marino: Fanno i conti senza i cittadini

FANNO I CONTI SENZA I
CITTADINI

 La coalizione AP-DC-PSD sta
già discutendo la divisione delle poltrone senza attendere l’esito della
Consultazione Elettorale dell11 Novembre prossimo.

Quello delle poltrone è un
pensiero fisso che ossessiona i padroni dei tre partiti
i quali, uno contro l’altro armato,
vogliono accaparrarsi le Segreteria più importanti.

I
grandi problemi della crisi di sistema, dello sfascio dei conti pubblici, della
drammatica disoccupazione, del degrado dell’ambiente, della questione morale
che isola San Marino dall’Europa, non interessano l’Armata Brancaleone del
nuovo Patto.

I problemi sono quelli
delle poltrone e non quelli del comune.

Il Movimento “… per San
Marino” mette in evidenza che il Consiglio
della defunta maggioranza, con 39 membri dimissionari, ha deliberato di fare un altro debito di
1.270.000,00 euro per foraggiare la campagna elettorale dei partiti, per
finanziare il voto di scambio, per pagare di nascosto gli elettori più deboli.

I partiti non hanno fatto
neppure un piccolo passo indietro nel momento in cui il debito pubblico supera
i 500 milioni di euro; i disoccupati sono 1200; le imprese che hanno cessato
l’attività sono oltre 2000, alcuni cittadini sono senza soldi per la spesa; le
prospettive sono nere!

Ai cittadini vogliamo dare
i debiti mentre loro vogliono le poltrone!

E’ ora che i cittadini li
mandino a casa perché hanno fatto troppi danni!

 

San
Marino, 08 Agosto 2012

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy