Per San Marino: quelle persone che sanno ma non dicono. Un nuovo scandalo su Claudio Podeschi

QUELLO CHE LE PERSONE SANNO
MA NON DICONO

UN NUOVO SCANDALO SU CLAUDIO PODESCHI

E’ Claudio Podeschi il
Segretario di Stato che ha beneficiato di un ambiguo conto intestato ad
una  fondazione.

Su tale conto infatti il Tribunale ha segnalato al Consiglio dei XII movimenti finanziari
sospetti per somme rilevanti 
difficilmente giustificabili, sulle quali la magistratura dovrebbe
indagare.

Per
la cronaca, il conto è intestato alla
“FONDAZIONE PER LA
PROMOZIONE ECONOMICA E FINANZIARIA SAMMARINESE” amministrata
da certo Pietro Silva,
noto faccendiere al servizio di Claudio Podeschi.

Di
Claudio Podeschi
il Movimento “… per San Marino” ha più volte segnalato comportamenti
incompatibili con la funzione pubblica da lui ricoperta, sia nel Partito che
nel Governo.

La più recente rivelazione
riguarda il processo “Scaramella”
,
ripresa in Consiglio, con lucida puntualità, dal Consigliere Ivan Foschi:
Podeschi – ha confermato il teste – ha
chiesto a Scaramella di indagare su un presunto ingente patrimonio (100
miliardi) di Gabriele
Gatti e su suoi, sempre presunti, criminali comportamenti nel
corso di battute di caccia in Romania.

In
precedenza, “… per San Marino” aveva
denunciato l’inadeguatezza della dichiarazione dei redditi di Claudio Podeschi
rispetto al suo patrimonio sul territorio ed ha richiesto di conoscere i suoi
rapporti con Kallakis, Sarkissian e, più recentemente, con Phua persona
riconducibile alla catena alberghiera internazionale Amman Resort.

Ancora attendiamo risposte.

Non
comprendiamo il motivo per il quale le persone oneste che ancora hanno compiti
nei partiti, non chiedano al Segretario di Stato Claudio
Podeschi di dimettersi.

Ai Consiglieri Francesca Michelotti,
Ivan Foschi, Alessandro
Rossi, Maria Luisa Berti, Denise Bronzetti e Teodoro
Lonfernini, che in aula consiliare hanno promosso la discussione sulla
questione morale, va il nostro apprezzamento per il coraggio dimostrato, che ha
finalmente rotto un insopportabile, omertoso silenzio.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy