Presentato il progetto ‘Il Colore’

Si è svolta oggi, presso la Segreteria di Stato per il Commercio, la conferenza stampa di presentazione dell’evento “IL COLORE”, organizzato a cura di commercianti e artigiani di San Marino, che si svolgerà sabato 26 maggio 2012, alle ore 18, presso la Galleria di Palazzo Arzilli (Contrada Santa Croce n. 14).
L’evento è un’occasione per unire arte, musica e moda all’interno di una cornice speciale qual è il nostro centro storico.
“IL COLORE” è il tema conduttore del progetto: si partirà dalla pittura, con rari dipinti dell’artista sammarinese Conte Bartolomeo Manzoni Borghesi, in arte Meo (1910-1975), per proseguire con la moda, che attraverso il colore risalta il modo di proporsi della donna, la sua personalità; il tutto amalgamato dalla musica, che darà vita a colori di suoni attraverso le note di musiche di grandi maestri.
Sfilata di moda con Anna dell’ATELIER HENNIN, che vestirà le modelle con selezionati capi d’abbigliamento, Erica del VANITIES, che farà esibire le ultime novità in tema di calzature, e il gioielliere ARZILLI, che incornicerà il tutto con la preziosità dei suoi gioielli. Prima della sfilata, Pier, artista del capello, e Michelle, maestra dell’estetica, avranno compiuto la loro opera sulle modelle accostando i colori e l’aspetto, per dar luogo a un eccellente accordo.
A condurre la serata sarà Sabrina Rocchi, mentre l’accompagnamento musicale sarà affidato al DJ Kikko Bombini e al duo acustico Sara Jane Ghiotti (Voce) e Antonio Nasone (chitarra), artisti sammarinesi che si stanno facendo conoscere anche oltre confine per il loro talento e la qualità musicale proposta.
Le immagini dell’evento saranno di Stefano della “Discount Foto Video Berardi”, mentre il decoro floreale della sala sarà opera di Mara di “Fior di Verbena”.
L’HOTEL RISTORANTE TITANO offrirà un raffinato aperitivo ai presenti, per rendere il tutto ancor più piacevolmente colorato. Inoltre, per l’occasione è stato studiato dallo chef un menù a tema per chi vorrà concludere la serata con la cena presso il ristorante.

La cittadinanza è invitata a partecipare. Per informazioni: 3317345164  amministrazione@arzilli.sm (Mary).

 

“La famiglia Manzoni Borghesi seppe manifestare, in San Marino, il suo amore fattivo per gli interessi, anche internazionali, della Repubblica. Bartolomeo stesso vestì le Insegne della Reggenza. Nella Seconda guerra mondiale fu “nobile autista” della Guardia confinaria, con l’impegno di portavoce, ai belligeranti sulla “Linea gotica”, dei diritti di San Marino neutrale. Meo – il Conte Bartolomeo Manzoni Borghesi – frequentò l’Accademia di Belle arti di Bologna e Venezia. Fece dunque studi che poi gli avrebbero permesso di esprimersi con intensa sensibilità anche intellettuale, perfino ascetica. Nei suoi dipinti emerge, fra l’altro, una visibile caratteristica: lo stile personale, la contemplazione di paesaggi, di figure amiche, di interni della nobile casa. Contemplazione educata anche nei retaggi delle generazioni comitali. Chi ebbe la fortuna di aver consuetudine amicale con Meo – come la ebbe chi scrive – trovò con l’amico il maestro. Meo raccomandava di “violare” i segreti delle arti per trarne risorse spirituali ed immaginifiche di essenziale valore. Ad esempio, sentenziava gentile: “un colore! Un solo colore può scaldarti l’anima e quindi… parti verso altre dimensioni!”. Aveva ragione. Voleva dire che dove scende il buio deve accendersi una luce.”

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy