Primo tavolo tecnico per la collaborazione in ambito sanitario tra la Repubblica di San Marino e il Comune di Rimini

Nei giorni scorsi, nella sede del Comune di Rimini, si è tenuto il primo incontro tecnico riguardante la materia sanitaria, nel segno della cooperazione reciproca e sulla base dello scambio di note tra Rimini e San Marino tendente a rafforzare le occasioni di collaborazioni territoriali.

Presenti al tavolo, per la parte riminese, l’assessore alle Politiche per la Salute, Kristian Gianfreda, il capo di gabinetto Riccardo Fabbri, il direttore Attività Socio Sanitarie dell’Ausl Romagna, Mirco Tamagnini, e del direttore medico del presidio ospedaliero di Rimini, Francesca Raggi.
Per la parte sammarinese il segretario di Stato per la Sanità, Roberto Ciavatta, il direttore generale dell’Istituto per la sicurezza sociale, Francesco Bevere, il direttore della Medicina Legale, Fiscale e Prestazioni Sanitarie Esterne, Antonella Sorcinelli, e l’addetta di segreteria Lisa Tomassini.

Sul tavolo diversi argomenti tra cui l’interscambio di prestazioni tra l’Ospedale di Stato di San Marino e l’area vasta della provincia di Rimini, col fine di potere offrire servizi di eccellenza per agli assistiti di entrambe le realtà in una sempre maggiore e reciproca integrazione, creando opportunità a favore del Pubblico e della cittadinanza dei due territori.

Si è delineato un confronto che ha suddiviso le tematiche affrontate in base al livello di risoluzione: provincia, regione, Stato, in base alle competenze degli organismi tecnici Italiani, favorendo l’ipotesi di un rinnovo degli accordi già esistenti sulla base di una nuova formulazione che tratti di cooperazione e non solamente di collaborazione.

“Siamo molto felici del rapporto che si è instaurato con il Comune di Rimini, che non può prescindere dalla valutazione della contiguità tra i territori e dell’intenso movimento di persone e mezzi tra esse. Sono certo che cooperando potremo dare più risposte alla domanda di salute dei residenti dei nostri due territori”, ha affermato Ciavatta.

Da parte riminese, Gianfreda ha affermato che “la piena cooperazione tra il Comune di Rimini e lo Stato di San Marino, ancor prima che essere utile ad affrontare problemi di comune interesse, rappresenta la messa a frutto di grandi potenzialità di miglioramento per la qualità della vita dei cittadini di un territorio che è nei fatti integrato”.   

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy