Rapina violenta

Ennesima rapina ai danni di una banca sammarinese e purtroppo si ripetono gli atti di violenza contro i dipendenti. Questa volta è stata colpita la Cassa di Risparmio di Faetano.

San Marino, 22 Gennaio 2009

Stamattina si è consumato l’ennesimo atto criminoso ai danni di uno sportello bancario della Repubblica: due delinquenti, quasi sicuramente provenienti dalla vicina Italia, sono entrati nella filiale di Faetano della Cassa di Risparmio di San Marino e, a quanto si apprende dalle fonti di informazione, hanno rapinato circa 450 euro; l’atto criminoso è stato accompagnato da atti di violenza nei confronti di una collega operatrice di sportello, alla quale pare sia stato puntato un cutter alla gola.

“Purtroppo dopo un breve periodo di tregua, ci siamo di nuovo – interviene il segretario della FULSAC CSdL Isabella STEFANELLI – l’ennesimo caso di rapina accompagnata da violenze ed intimidazioni nei confronti di un dipendente bancario. E’ preoccupante come il ripetersi periodico di atti criminosi interessi sempre più i lavoratori che operano allo sportello, con gravi conseguenze traumatiche sempre più spesso di tipo fisico oltre che sicuramente di tipo psicologico.”

“Abbiamo più volte chiesto, anche nel recente passato – interviene il segretario della FCS-CDLS Gianluigi GIARDINIERI – un intervento deciso da parte del Governo e delle Forze dell’Ordine; sistemi di controllo video ai confini, un aumento del numero delle pattuglie che presidiano il territorio e un rafforzamento delle misure preventive e di contrasto alla criminalità che, come i fatti purtroppo confermano, si fa di giorno in giorno sempre più agguerrita. Non vorremmo proprio che per far decidere il Governo a prendere provvedimenti più incisivi, sia necessario che accada qualcosa di irreparabile.”

“Alla dipendente bancaria che è stata oggetto di violenze da parte dei rapinatori – concludono i segretari della FULCAS-CSU – va tutta la nostra più profonda solidarietà e l’auspicio che la Banca dimostri grande sensibilità per consentire alla stessa il pieno recupero della necessaria tranquillità e serenità. Auspichiamo che l’accurata attività investigativa svolta dalla Gendarmeria permetta di individuare gli autori della rapina e che gli stessi siano presto assicurati alla giustizia.”

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy