Rapporti San Marino Italia: Masi non coglie la proposta degli industriali

Tito Masi, Segretario di Stato all’Industria, non coglie il suggerimento del Presidente dell’Anis Pier Giovanni Terenzi di ristabilire buoni rapporti con l’Italia ratificando anzitutto la convenzione fra Italia e San Marino contro le doppie imposizioni per poi procedere coi necessari tempi alla stesura dell’accordo di cooperazione.
Anzitutto Masi scarica le difficoltà attuali sui passati governi: ‘la situazione è difficile, ma la criticità risale agli inizi degli anni ’90 quando San Marino ha commesso molti errori, bruciando fiducia e credibilità: ricostruirle non è facile‘.
Masi se la prende poi con quei funzionari italiani delle imposte ‘convinti che le seimila aziende sammarinesi siano in realtà italiane e stanno quassù solo per evadere‘.
In sostanza però Masi gioca di difesa: ‘se c’è del ritardo, la colpa non è dell’ultimo governo, ma degli otto governi che si sono alternati in otto anni‘.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy