“Red Bull Soapbox Race” a San Marino, ecco i momenti più belli e divertenti del Gran Premio più pazzo del mondo

Una giuria d’eccezione, tanto colore, risate e sana follia hanno reso l’edizione 2022 della “Red Bull Soapbox Race”, ancora una volta, una gara unica.

La Repubblica di San Marino, tornata per un giorno ad essere immersa nell’atmosfera medievale, è stata la cornice perfetta per unire tradizione e divertimento grazie alla sua ospitalità unica. Tanta musica ed esibizioni hanno animato un vero e proprio show targato Red Bull, il “Red Bull Soapbox Race”.

Nicolò De Devitiis, celebre speaker di Radio 105 e inviato di “Le Iene”, è stato il presentatore dell’evento, intervistando e incitando i team prima della partenza.

I 39 team, provenienti da tutta Italia, hanno dato prova di una incredibile creatività costruendo delle vetture davvero uniche.

 

Tante storie diverse e team di amici uniti da una folle passione per i motori e spiccata autoironia. Le tantissime persone presenti hanno potuto ammirare tra le strade sammarinesi vetture di ogni tipo: un set cinematografico con un omaggio al regista Federico Fellini, il balcone di Romeo e Giulietta, ortaggi, animali in cartapesta, pasticciotti o tortellini.
A divertire il pubblico sono stati anche gli incidenti di percorso: tante  le vetture che non hanno retto agli ostacoli, ai salti o alla chicane che precedevano il traguardo.

La gara è stata intervallata da 5 speciali momenti di esibizione che hanno visto la discesa sullo skate di Alessandro Mazzara e la sua crew, e le speciali vetture pilotate da la Scuderia AlphaTauri, Simone di The Jackal, gli streamer Simone Panetti, Naska e Mike Lennon e la rappresentazione della iconica lattina Red Bull con pneumatici BFGoodrich. Quest’ultimo veicolo è stato guidato da Federico Pedini Amati, il segretario di Stato per il Turismo.

Liberata la fantasia e la cura nella guida per superare gli ostacoli posti durante il percorso, la palla è passata alla giuria che ha avuto l’arduo compito di decretare i vincitori.
Alfredo Felco, membro di The Jackal; Luis Sal, creator tra i più famosi in Italia; Leonardo Fioravanti, atleta Red Bull e primo surfista italiano a raggiungere il campionato mondiale e le Olimpiadi; Veronica Ruggeri, inviata di “Le Iene”, hanno dovuto sommare i punteggi derivanti dalla velocità di percorrenza, la creatività, l’idea e la coreografia che ogni team ha dovuto mettere in scena prima di partire.

Ospite d’eccezione dell’evento è stato Yuki Tsunoda, protagonista del momento premiazioni. Il pilota giapponese della Scuderia AlphaTauri ha premiato il team “Car-ota Gag Garage” di Mussolente (Vicenza) come vincitore assoluto totalizzando il punteggio più alto. Al secondo posto il team “Grease 50” di Bologna che ha messo in scena una rappresentazione dello storico film con John Travolta.
Al terzo posto il team veronese “Siamo fuori come un balcone”, che ha presentato la coreografia in cui Giulietta si affaccia dal balcone e poi scappa insieme al suo Romeo alla guida del mezzo.

Il secondo premio, destinato ai team provenienti dal mondo universitario, è stato assegnato ai ragazzi comaschi di “Alpha Shopping”, che hanno riutilizzato un carrello per creare una vettura super leggera e molto veloce.

L’entusiasmo intorno all’evento non si è esaurito con la competizione poiché i momenti salienti della “Red Bull Soapbox Race” saranno protagonisti di una puntata speciale scritta e commentata da The Jackal. A fine luglio, infatti, andrà in onda in esclusiva su DMAX (gruppo Warner Bros. Discovery, canale 52 del digitale terrestre), una sintesi dei momenti più esilaranti, gli aneddoti del ‘dietro le quinte’ e le interviste ai protagonisti.
Insieme a Warner Bros. Discovery per il lato media, i Main Partner dell’evento sono stati BFGoodrich, Acer e Sparco.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy