Referendum, un fastidio per i politici di San Marino

Viene da sospettare che veramente i politici della Repubblica di San Marino provino un grande fastidio per la democrazia diretta. Lo si vede ad esempio, da come hanno rimosso la questione dei referendum.

Ci sono quattro referendum da celebrare, in quanto hanno superato l’esame di ammissibilità del Collegio Garante della Costituzionalità delle Norme. Tre riguardano il mondo del lavoro ed uno ha per oggetto la preferenza unica nelle elezioni politiche. Ebbene nessuno ne parla.
Si sta studiando qualche artificio per rimandare a chissà quando la convocazione degli elettori o si aspetta – il che sarebbe logico – che il Collegio Garante si esprima anche sul referendum per le antenne?
Di certo, stando al rispetto formale e sostanziale delle norme, non si può non votare questi referendum entro il 2007.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy