Rifiuti di San Marino: ancora sul tavolo di D’Alema, nonostante Pecoraro Scanio

Al
Governo della

Repubblica di San Marino, formato da Partito dei Socialisti e dei Democratici, Alleanza Popolare, Sinistra Unita e Democratici di Centro, non mancano di certo le preoccupazioni in questo inizio 2008 specie sul versante dei rapporti con l’Italia: attacco al sistema bancario e finanziario attraverso la magistratura; attacco al sistema industriale e commerciale attraverso la Guardia di Finanza.
Di mezzo ci sono anche i rifiuti. I rifiuti speciali che la Regione Emilia Romagna avrebbe deciso di accogliere, previa autorizzazione, obbligatoria, del governo di Roma. Ebbene detta autorizzazione è bloccata sul tavolo del Ministro degli Affari Esteri Massimo D’Alema, nonostante che il Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio Alfonso Percoraro Scanio avesse assicurato e riassicurato Marino Riccardi, Segretario di Stato al Territorio, che la pratica sarebbe stata evasa entro il 20 dicembre 2007.
A riprendere l’argomento è oggi su L’Informazione di San Marino David Oddone che ha raccolto una dichiarazione di Marco Lombardi consigliere regionale dell’Emilia Romagna di Forza Italia: ‘mi sono interessato per snellire la procedura ed ho potuto constatare che l’intoppo c’è ed è al Ministero degli Esteri. Mi auguro che al più presto la firma arrivi ‘.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy