Rimini al secondo posto per i furti. NQ di Rimini

La Cronaca – Nuovo Quotidiano: Come evidenzia il Sole 24 Ore, la provincia è prima per borseggi, 947 ogni 100mila abitanti (+36,2% rispetto al 2012) / Reati, Rimini è seconda / I crimini denunciati sono 8mila ogni 100mila abitanti. Si tocca quasi quota 27mila / Appello del presidente della Provincia Gnassi: “Roma ci mandi più agenti

RIMINI – In Italia i reati denunciati aumentano del 2,6%, in provincia di Rimini invece dell’8,3. È quanto emerge nella classifica pubblicata ieri dal Sole 24 Ore e relativa all’anno 2013. Classifica elaborata sulla base dei dati del Ministero dell’Interno. Insomma ancora brutte notizie per Rimini sul fronte sicurezza con una poco invidiabile seconda piazza nella graduatoria nazionale dietro a Milano e davanti a Bologna: i reati denunciati sono stati per la precisione 26.741, 8mila ogni 100mila abitanti. Reati legati in buon numero, come del resto sottolinea lo stesso quotidiano economico, alla vocazione turistica del territorio, “fonte di reddito, ma anche di occasioni criminose”. Rimini batte tutti in particolare per borseggi”(947,2 ogni 100mila abitanti) con un aumento del 36,2% rispetto al 2012. Un incremento del 23,2% invece per numero di “furti in casa”, dove si piazza 17esima con 571 ogni 100mila abitanti. Nono posto invece per rapine (110,4 ogni 100mila persone, +11,5%) e 21esimo per truffe e frodi (262 ogni 100mila residenti, + 17,6). In regione il territorio è primo per reati denunciati davanti a Bologna, terza e Ravenna, sesta. (…)


Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy