Rimini. Autismo e vaccino, nuova sentenza: non ci sono nessi. Corriere Romagna

Corriere Romagna: Autismo, i giudici: niente nesso con il vaccino / Ribaltata la sentenza del tribunale di Rimini del 2012 che aveva condannato il ministero della Salute / Il perito sul precedente verdetto: «Si basava su studi irrilevanti per la comunità scientifica

RIMINI. Nessun nesso tra la somministrazione del vaccino per il morbillo e l’autismo. Lo ha deciso la corte di Appello di Bologna che con una sentenza di pochi giorni fa ha ribaltato quanto aveva deciso il tribunale di Rimini il 15 marzo nel 2012, quando aveva condannato il ministero della Salute a un risarcimento da 200 mila euro a favore di una famiglia riminese con un bimbo vaccinato dall’Ausl e che successivamente aveva avuto una diagnosi di autismo.

Si tratta di un nuovo capitolo che farà discutere dopo le polemiche che erano già esplose tre anni fa: i giudici riminesi avevano infatti deciso che dovevano «essere condivise le valutazioni medico legali, effettuate in base a un esame, approfondito anche alla luce di una letteratura specialistica aggiornata, in cui il medico ha concluso che il disturbo autistico è riconducibile con ragionevole probabilità scientifica alla somministrazione del vaccino Mpr» (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy