Rimini. Carim e Fondazione Carim sotto attacco

Manuel Spadazzi di Il Resto del Carlino Rimini:  “Il futuro di Carim a rischio, servono alleati per la banca” /Nuovo attacco degli industriali alla Fondazione

Ormai  è un fuoco incrociato contro la Carim e la Fondazione. Mentre i piccoli azionisti chiedono a Bankitalia di commissariare la Fondazione, gli industriali tornano a picchiare duro contro i vertici di palazzo Buonadrata. Solo pochi giorni fa Paolo Maggioli, presidente di Confindustria Rimini, si era detto «preoccupato» per ultime vicende in casa Carim, dopo il divorzio tra l’istituto di credito e il direttore generale Alberto Mocchi proprio «in un momento in cui la banca è chiamata a scelte importanti». All’addio di Mocchi si è aggiunto quello di Giuseppe Savioli, uno dei sindaci revisori della banca. E proprio dopo le ultime dimissioni, la Confindustria torna a sollevare la questione Carim, visto il momento delicato della banca. (…)

L’ingresso degli industriali nel cda di Carim è sfumato per pochi voti. Contribuendo ad alzare il clima di tensione all’interno della Fondazione Carim, dove stanno aumentando gli esponenti contrari alla linea dettata dal presidente Massimo Pasquinelli e dai suoi uomini di fiducia. Per ora da palazzo Buonadrata tutto tace, così come dalla banca. Ma in realtà la Fondazione, secondo ben informati, non è rimasta affatta immobile sul futuro di Carim. Anzi, ci sarebbero stati alcuni contatti nelle settimane scorse con il gruppo Intesa, contatti che però al momento non sono confermati né dalla Carim né dalla Fondazione.  (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy