Rimini. Cgil: dipendenti Ausl lettera aperta al Prefetto Palomba. Corriere Romagna

Rimini. Cgil: dipendenti Ausl lettera aperta al Prefetto Palomba. Corriere Romagna

Annalisa Boselli – Corriere Romagna: Cgil, appello alla Regione: «Con il riordino si perderanno centinaia di posti di lavoro»

 

RIMINI. «La qualità delle prestazioni sanitarie diminuirà e si perderanno centinaia di posti di lavoro».
E’ drammatico il quadro che potrebbe uscire dal decreto Balduzzi, secondo i lavoratori della sanità privata che ieri hanno scioperato nell’ambito della manifestazione nazionale della Cgil-funzione pubblica.
Quest’ultimo atto rischia seriamente di mettere in pericolo la presenza anche sul territorio di quattro ospedali privati accreditati: Sol et Salus, Villa Salus, Villa Maria e la Casa di cura Montanari di Morciano. Strutture che contano qualcosa come 390 posti letto in tutto e 13mila pazienti ricoverati nel 2010.
Per far capire quale destino aspetta queste strutture, ieri una delegazione della Cgil ha consegnato una lettera al prefetto Claudio Palomba. «Noi chiediamo un impegno da parte della Regione – spiega la delegata Cgil Romina Bellettini che lavora alla Montanari – perché si schieri a difesa delle rete ospedaliera privata».
A preoccupare, infatti, non è soltanto il taglio degli ospedali al di sotto degli 80 posti letto per degenti acuti, ma anche la riorganizzazione della rete che ha in mente l’Emilia Romagna, cioè la riclassificazione di tutti gli ospedali in tre categorie (A, b e c), tagliando progressivamente le tariffe di rimborso delle prestazioni erogate.
Per ultimo, «ci sarebbe anche
la liberalizzazione dell’accreditamento – si legge nella lettera – per la specialistica ambulatoriale in modo da liberalizzare totalmente un mercato creando un’ asta al ribasso che non terrebbe più conto della qualità dei servizi offerti».
(…)

 

 

 

Ascolta il giornale radio di oggi

Oggi i Giornali parlano di…

Meteo San Marino di N. Montebelli

Vignette di Ranfo

Accadde oggi, pillola di storia

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy