Rimini. Come evitare il ticket per i medicinali. Il Resto del Carlino, Lina Colasanto

Lina Colasanto di Il Resto del Carlino Rimini: Guerra sui farmaci: parlano i pazienti / «Facciamo la fila all’ospedale ma così non paghiamo il ticket» / Tempi di attesa. Si aspetta circa venti minuti ma in alcuni giorni si può arrivare anche a un’ora

E’ una mattina tranquilla, quella di ieri, lo confermano i riminesi in fila alla farmacia dell’ospedale Infermi, muniti di biglietto per ritirare i medicinali. Il tempo di attesa è di circa venti minuti, ma qualcuno sostiene che nelle giornate di ressa si può aspettare più di un’ora. «La fila arriva anche fuori dalla porta, ma il servizio è ottimo», racconta Mario, 79 anni, che ogni due mesi viene a ritirare gli antitumorali per la moglie.

La guerra delle medicine denunciata da Federfarma, rispetto alla distribuzione diretta in ospedale, sembra non danneggiare i cittadini, nonostante tutti sostengono che sarebbe meglio poterle ritirare nelle farmacie vicine a casa. «In ospedale però non si paga il ticket e di fronte a un risparmio la coda non diventa un problema», afferma Rossella. I numeri scorrono sul tabellone, la distribuzione inizia alle 8.30, alle 9.15 viene chiamato il numero 24 e alle 10.30 il 36. Questa è l’ora di punta, nella sala ci sono 15 persone, gli utenti sono tutti anziani e spesso le dottoresse accorrono per accertarsi che le persone abbiano sentito. Alle 11 la sala è deserta, ma il servizio è attivo fino alle 17. (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy