Rimini. Comprano online 25mila euro falsi per fare truffe vere: 5 denunciati . Corriere Romagna

Enrico Chiavegatti – Corriere Romagna: Shopping vero con 25mila euro di soldi falsi acquistati in Rete / Nei guai un nutrizionista riminese, la moglie, un pr di locali notturni cesenate e un barista / Nessuna traccia invece di Jack, lo stampatore, che per il servizio ne ha chiesti 2mila veri

RIMINI. La nuova frontiera della truffa on line. Acquistare con soldi autentici su Bitcoin, la borsa-banca virtuale della Rete, denaro falso con cui fare shopping vero ai danni di sfortunati internauti.

L’ultima red line del raggiro virtuale, la prima del genere in regione (ma probabilmente la prima anche in Italia), è stata scoperta dai carabinieri della Compagnia di Riccione. Cinque le persone finite nei guai, accusate a vario titolo di truffa e spendita di monete false in concorso. A due indagati, un nutrizionista professionista e un cesenate pr di locali notturni, è contestato anche di aver venduto illegalmente anabolizzanti. Unico ad averla fatta franca, fino ad ora, lo spacciatore dei falsi. Di lui, almeno ufficialmente, si sa solo il nickname: Jack. (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy