Rimini: Comune e associazioni del volontariato a tutela degli animali

Una convenzione con associazioni di volontariato per l’attività di controllo della popolazione canina sul territorio è stata approvata nell’ultima seduta dalla Giunta comunale.

Una convenzione che permetterà al Comune di Rimini di avvalersi per l’esercizio delle funzioni di vigilanza e controllo sull’osservanza delle leggi e dei regolamenti in materia di protezione degli animali della collaborazione e del supporto di personale messo a disposizione dalle associazioni zoofile e animaliste non aventi fini di lucro, formate attraverso appositi corsi di formazione organizzati dalle province.

I volontari di Anpana onlus e delle Guardie ecologiche volontarie – le due associazioni che hanno chiesto d’aderire al progetto che sarà formalizzato da una convenzione – opereranno in modo volontario e gratuito per prevenire i casi di abbandono o mancata custodia, maltrattamento o mancato rispetto del benessere degli animali, situazioni di presenza di cani randagi o vaganti che costituiscano pericolo per l’uomo o l’igiene pubblica, e per lo svolgimento dell’attività di vigilanza, ivi inclusa l’attività sanzionatoria, sul rispetto delle normative vigenti in materia.

I volontari infatti opereranno infatti indossando la divisa approvata o la pettorina in dotazione in modo da essere sempre riconoscibili, per il controllo di parchi, giardini, piazze e aree aperte al pubblico ove normalmente vengono condotti i cani, ivi compreso il Centro città in ora notturna e, in particolare, nell’area compresa tra Piazza Cavour, Piazza Tre Martiri, Arco d’Augusto, Piazza Ferrari, Ponte di Tiberio.

Per l’attività sanzionatoria, che avverrà immediatamente con la constatazione delle violazioni, sarà la Polizia municipale a proseguire l’iter sanzionatorio.

Tra i compiti degli operatori volontari la promozione e la tutela del benessere degli animali, i controlli in materia di detenzione e condotta dei cani nei luoghi pubblici con attività informative, preventive e repressive; offrire supporto agli agenti di polizia locale e ai cinovigili comunali per il controllo delle segnalazioni che pervengono dai privati cittadini.

“Sono orgoglioso – ha detto l’assessore ai Diritti degli animali Jamil Sadegholvaad – del rapporto di collaborazione instaurato con le associazioni zoofile e animaliste del territorio. Questo ci permetterà, a fronte dei tagli del personale imposti, di tener alto nella città il controllo per la tutela degli animali. E sono convinto che il rispetto delle regole non possa che comportare il miglioramento dei rapporti civili per tutti”.

Per tale l’attività messa in essere, il Comune di Rimini riconoscerà alle due associazioni di volontariato un rimborso spese di 3.400 euro.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy