Rimini. Enac e AiRiminum ai ferri corti. La Cronaca NQNews

La Cronaca Nuovo Quotidiano di Rimini: Il giorno prima la società di gestione si era lamentata dell’impossibilità di potere accedere agli uffici dell’aeroporto / Scontro tra Enac e AiRiminum / L’ente romano riprende il gestore: “Mancano i documenti richiesti per le certificazioni relative a security e handling, inoltre non ha il piano per le emergenze, nonostante i solleciti”

(…) Il giorno prima AiRiminum, la nuova società di gestione dell’aeroporto Fellini, ha denunciato che i propri dipendenti, quattordici persone, sono stati lasciati fuori dagli uffici dietro ordine dell’Enac dell’Emilia Romagna. Ieri è arrivata la replica ufficiale. (…) L’ente fa notare infatti che il disguido è stato causato essenzialmente da un passaggio di consegne che non si è svolto nel rispetto dei ruoli e delle competenze dei vari soggetti coinvolti”. Precisa però che “di fatto, i dipendenti di Airiminum sono ospitati, già da vari giorni, presso gli uffici dell’Enac da cui possono continuare a svolgere con regolarità il proprio lavoro (…)

Enac però interviene anche sulle tempistiche e precisa “che non sono imputabili al proprio operato, né a quello delle strutture centrali né a quello delle strutture territoriali, i ritardi che starebbero impendendo alla società di operare al meglio ai fini di una riapertura dello scalo a breve”. Non è tutto: “Nonostante i ripetuti solleciti dell’Enac, infatti, la società Airiminum, alla data odierna (ieri, ndr), non ha ancora fornito all’ente le evidenze tecnico-documentali previste dalla normativa vigente relative all’ottenimento delle attestazioni e certificazioni per la security e per l’handling, e non ha ancora presentato il piano di emergenza aeroportuale”. (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy