Rimini: Entro 14 giorni pronto il piano del condotto fognario

Il condotto fognario è diventata un’emergenza per Rimini.

Il gruppo Hera presenterà, assieme al sindaco Andrea Gnassi,
il piano delle priorità entro 2 settimane.

Anziché spendere 900 milioni di euro per compiere tutti gli
interventi previsti nel piano generale delle fogne
, basterebbero solo 100
milioni di investimenti e 5 anni di lavoro per ultimare gran parte del lavoro.

Dopo l’estate s’inizierà con l’ampliamento del depuratore di
Santa Giustina
e con la costruzione della nuova condotta di Rimini Nord.

Il costo di queste 2 operazioni è di 43 milioni di euro già
messi a bilancio e finanziati.

Un altro intervento importante sarà quello riguardante la nuova
condotta di Rimini Sud che permetterà di raccogliere tutte le acque già
separate a monte della statale e separando quelle nelle zona a mare.

Attualmente il 60% dei 630 chilometri di condotte porta
acqua miste ossia acque piovane e provenienti dagli scarichi fognari: è davvero
un problema.

Le condotte di acque bianche sono appena il 20% mentre per
quelle nere il 21%.

Nella zona di Rimini Nord la situazione è leggermente
migliore: separazione acque nere-acque bianche 74% delle condotte; condotte
porta acque miste 36%.

Fonte: “Il Resto del Carlino”

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy