Rimini: Eraldo Giudici sul regolamento Cosap.

In merito alla questione del regolamento COSAP, parla Eraldo Giudici.

Autorizzare lo stazionamento dei veicoli in corrispondenza del proprio passo carraio.

In occasione della discussione odierna, sulla ennesima modifica della COSAP, la tassa sui passi carrai e per l’occupazione di aree pubbliche,  approvata  a suo tempo in danno delle  attività economiche, occorre rilevare che, pur in “zona Cesarini”,  la Giunta riminese cerca di far goal, ma la palla è a favore della della società civile e del PDL in particolare che ne ha sempre interpretato le esigenze.

Una decisione tardiva quella della Giunta riminese,  da “non è mai troppo tardi”  verrebbe da dire, per disapplicare una norma tanto  iniqua, quanto discriminatoria, impopolare, e tutto sommato deficitaria per le stesse casse comunali al fine, per cui se ne era decisa l’istituzione, quello del finanziamento degli eventi dell’ultimo dell’anno.

Una certa “schizofrenia politica”  pare caratterizzare amcora una volta le scelte di un’ amministrazione che,  negli ultimi tre anni, dal 2008 ad oggi,  modifica il proprio regolamento per ben 4  volte.

Un regolamento per cui avevamo chiesto, e fatto a suo tempo,  proposte di  soluzioni perequative, che non colpissero  solo i lavoratori autonomi e le categorie economiche, e che fanno ora questi? Se la cavano con un colpo di spugna!!

La generalità delle amministrazioni comunali, fra le righe, ce lo ha spiegato oggi l’Ass. Gamberini, applicano la tassa sui passi carrai, e questo la dice lunga sul futuro; non ci fidiamo di chi agisce per convenienza preelettorale, mentre già pensano di  reintrodurre per tutti  il solito balzello  sui passi carrai.

 

Ci siamo astenuti, perchè chiediamo proposte innovative, come quella adottata in alcuni Comuni romagnoli (Lugo ed altri comuni consorziati) , che uniscono  alla concessione del regolare cartello di passo carraio l’autorizzazione al breve stazionamento del veicolo del proprietario.

In tali casi viene  rilasciato “un apposito contrassegno di riconoscimento, debitamente identificabile in corrispondenza al passo carraio in oggetto, da mantenersi ben visibile all’interno dell’auto”, mentre ” il proprietario o conducente dell’auto, durante il periodo della sosta breve della stessa, dovrà essere reperibile all’interno dell’abitazione per tutte le esigenze connesse al rapido spostamento dell’autovettura”,

Soluzione che consente di sostare temporaneamente,  in prossimità della propria abitazione, o della propria attività economica,  favorendo in tal modo il recupero di numerose aree di sosta , diversamente precluse dalle norme vigenti. 

Occorrono soluzioni per decongestionare il traffico, specie in prossimità del centro storico, dove è in ritardo  la costruzione dei nuovi parcheggi di via Italo Floris e Scarpetti, mentre la Giunta pensa già di riempire di stalli blu, a pagamento, le vie che circondano le mura storiche della città, favorendo di fatto in questo modo  i soliti IPER.

La soluzione e la procedura adottate da Lugo sembrano ragionevoli e funzionali, tali da poter essere adottate anche a Rimini, dove certamente servirebbero a ridurre la domanda sovrabbondante di posti auto per il parcheggio su area pubblica.

 Consigliere Comunale Eraldo Giudici POPOLARI LIBERALI – PDL

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy