Rimini: Gruppo SGR inaugura mostra sullo sviluppo sostenibile

Sarà presente anche Nicolas Bucci, in rappresentanza dell’ONU, all’’inaugurazione della Mostra “LA NOSTRA EREDITÀ, Una Terra vivibile per i nostri figli”, che aprirà i battenti venerdì 9 marzo alle 17.00 alla Sala dell’Arengo di Rimini .

La mostra resterà aperta al pubblico sino al 1° aprile e rappresenta il primo di una serie di progetti educativi che annualmente il Gruppo SGR proporrà alle scuole.

Quest’anno, in occasione dell’Anno Internazionale dell’Energia Sostenibile per Tutti, proclamato dall’ONU e delle celebrazioni per il ventennale del Summit della Terra di Rio de Janeiro, il Gruppo SGR ha voluto proporre agli istituti della nostra provincia un percorso informativo e formativo con cui ripercorrere le origini del concetto di Sviluppo Sostenibile.

L’iniziativa ha ricevuto il patrocinio dell’ONU ed è partita nel mese di ottobre 2011, con  un calendario fitto di incontri tra SGR e gli studenti, di cui la mostra ne rappresenta il momento culminante.

L’obiettivo è di mostrare come il concetto di sviluppo sostenibile debba essere valutato nell’ambito di un corretto sviluppo ed equilibrio di diversi fattori ambientali, sociali ed economici, senza che nessuno di questi aspetti abbia prevalenza su uno degli altri.

La mostra fornirà anche un panorama della ricerca scientifica e tecnologica, con particolare attenzione al tema dell’energia.

La mostra si divide in tre sezioni: ‘ieri, oggi e domani’.

Ieri. Sezione I

Nella prima sezione, dedicata al passato, verranno mostrati i passi e le motivazioni che hanno spinto i governanti a discutere dell’impatto delle nostre azioni sulle generazioni future, introducendo un più ampio concetto di responsabilità personale e della società. Questi primi sforzi hanno visto la loro consacrazione all’Earth Summit di Rio de Janeiro nel 1992, dove è stata condivisa una definizione univoca di Sviluppo Sostenibile. Con la Dichiarazione di Rio e l’istituzione di Agenda 21, sono stati tracciati i principi guida per una cooperazione globale finalizzata alla salvaguardia del Pianeta. Dal 1992 ad oggi, il percorso è costituito sia da ulteriori dichiarazioni programmatiche, sia da protocolli operativi che, con andamenti alterni, indicano una precisa strada da seguire.

Oggi. Sezione II

Il mondo intero esprime una maggiore coscienza e si mobilita per affermare i principi dello sviluppo sostenibile. Ogni decisione presa a livello globale comporta ricadute diverse a livello nazionale e locale. Fin dal 1992 è stata istituita a livello internazionale Agenda 21, che rappresenta l’insieme di strategie e di azioni su cui ogni realtà locale è stata invitata a lavorare.  In questa sezione lo sguardo è rivolto al nostro territorio, alla sua situazione e ai progetti in corso.

Domani. Sezione III

Nell’ultima sezione della mostra è rappresentato il futuro. Azioni e stili di vita sostenibili  trovano spazio accanto all’eccezionale presenza della Conferenza di Rio+20 (Earth Summit) che si svolgerà tre mesi dopo l’inaugurazione della mostra.

 

È previsto, inoltre, uno spazio per i lavori prodotti in corso d’anno dalle scuole che, secondo il loro indirizzo formativo, hanno sviluppato creazioni di diversa natura, letteraria, scientifica, artistica  e sperimentale sul tema “Come ti immagini l’energia del 2050?”

La mostra è aperta tutti i giorni dal lunedì al giovedì  dalle 8.30 alle 13.00, il venerdì dalle 8.30 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 19.30, il  sabato e domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 19.30.

L’ingresso è gratuito.

 .

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy