Rimini. I poliziotti: ‘ Via i privilegi dei politici’, Nuovo Quotidiano di Rimini

Adriano Cespi – Nuovo Quotidiano di Rimini: Anche il Sap preoccupato, Scarpellini: “In Questura il personale è poco, le auto sono vecchie e pericolose e manca perfino la benzina. A volte anticipiamo noi le spese” / “E’ora di eliminare i privilegi dei politici” / I sindacati di Polizia chiedono interventi a favore della sicurezza: più tagli alle spese inutili / E la Staurendi del Siulp attacca: “Per ridurre gli sprechi, togliamo i benefici alla casta”

RIMINI – “Se devono fare dei tagli, che iniziassero ad eliminare i privilegi. Che qui a Rimini ce ne sono tanti. E i politici sono la casta che maggiormente gode di questi benefici”. Non ha peli sulla lingua Monica Staurendi sindacalista del Siulp (sindacato confederale di Polizia). E la sua è un ’analisi lucida della situazione che, quotidianamente, vivono i suoi colleghi. “In un momento così difficile per l’Italia – sottolinea la Staurendi – è giusto che il Governo elimini gli sprechi. Che nel pubblico impiego esistono e sono anche tanti, tra spese inutili e spesso incomprensibili. Ma è assurdo penalizzare chi deve garantire la sicurezza dei cittadini, cioè noi poliziotti. Basti pensare che per le missioni, ovvero le operazioni che dobbiamo compiere fuori sede, come gli arresti di pericolosi latitanti, siamo costretti ad anticipare noi le spese per albergo o ristorante. Aspettando il rimborso del ministrero che qui a Rimini ci arriva, addirittura, dopo un anno e mezzo. Incredibile, ma vero”. Una situazione davvero inverosimile, che evidenzia in modo eloquente la grave crisi in cui versa la Polizia di Stato. “Per non parlare poi dei soldi che mancano- continua la Staurendi -, vedi blocco dei contratti e degli straordinari. E del sottodimensiona – mento dell’organico”. Sempre meno agenti sulle strade, sempre più pericoli per il cittadino. “Mancano gli uomini per il controllo a tappeto del territorio. Bene, togliamoli da quelle scorte che sempre più spesso sono inutili e dispendiose”. (…)

 



Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy