Rimini: I problemi della Carim non finiscono mai

(da “Il Corriere di Romagna”) La banca Carim possiede circa 800 pratiche il cui finanziamento è stato fatto ai limiti d’interesse d’usura; ha una cattiva gestione degli impieghi ed è indagato per riciclaggio.

In poche parole, per il Pdl, nella banca riminese non si salva quasi niente.

Secondo Berselli, militante del partito di centrodestra, il commissariamento di Carim costituisce il presupposto per un assorbimento di tale istituto di credito da parte di un gruppo bancario più grande e più affidabile e ha chiesto alla Provincia di prendere dei provvedimenti, magari aprendo un’inchiesta.

Nel frattempo la Fondazione Carim smentisce le presunte voci riguardanti l’ingresso di nuovi soci bancari o di cifre necessarie alla ricapitalizzazione.

Nè in passato nè oggi ci sono stati o sono in corso rapporti con altri soggetti bancari.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy