Rimini. Il Fellini riapre il 4 marzo con i voli dalla Russia. Manuel Spadazzi, Il Resto del Carlino

Manuel Spadazzi di Il Resto del Carlino: Arrivano i permessi da Enac,
il ‘Fellini’ può spiegare le ali
/
Certificazioni pronte, primi voli dalla Russia dal 4 marzo

L’AEROPORTO ora può davvero spiegare
le ali.
E’ arrivata lunedì la tanto attesa
certificazione di Enac (l’Ente nazionale
di aviazione civile), indispensabile
per poter riprendere finalmente l’attività
al ‘Fellini’. I documenti sono arrivati
entro il termine stabilito: Enac aveva
concesso la proga ad Airiminum fino al
10 febbraio, ovvero fino a ieri, ma la società
che gestisce lo scalo ha ottenuto la
certificazione con un giorno di anticipo.
Adesso il ‘Fellini’ è nelle condizioni per
poter tornare in pista. E già da alcuni
giorni hanno ripreso a lavorare in aeroporto
alcuni dei lavoratori (12 in questa
primissima fase) che Airiminum ha assunto,
attingendo al vecchio personale
di Aeradria. C’è piuttosto fermento in
questi giorni nello scalo, che lavora per
farsi trovare pronto ai primi voli. La data
fissata è quella di mercoledì 4 marzo:
quel giorno dovrebbero arrivare e partire
da Rimini i voli dalla Russia, dopo il
lungo stop iniziato l’1 novembre scorso. (…)

LO SCALO lavorerà, nei primi due mesi
e mezzo, esclusivamente con i collegamenti
dalla Russia. A marzo i voli previsti
sono 8 alla settimana (4 in arrivo e altri
4 in partenza), ma potrebbero salire a
10, mentre in aprile si spera di arrivare
ad almeno 14 voli. I numeri sono destinati
inevitabilmente a essere più bassi rispetto
al passato, per i problemi economici
e le tensioni in Russia. Negli ultimi
mesi i russi che hanno scelto di fare vacanze
in patria, anziché andare all’estero,
sono aumentati di oltre il 25%, e il valore
del rublo resta ancora molto penalizzante
per loro. Ma i voli dalla Russia sono
gli unici, al momento, su cui Airiminum
può contare per poter ripartire, anche
se hanno già confermato la volontà
di tornare a Rimini in estate compagnie
come Air Berlin (con 4 voli), Finnair e
altre. Proseguono anche le trattative con
Wizzair, ma difficilmente il numero di
voli nel 2015 potrà salire rispetto all’anno
scorso.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy