Rimini. Lorena è stata uccisa a coltellate: era già morta prima di affondare. Fatale un colpo ricevuto al cuore

Rimini. Lorena è stata uccisa a coltellate: era già morta prima di affondare. Fatale un colpo ricevuto al cuore

RASSEGNA STAMPA – L’autopsia ha stabilito che la donna è deceduta non per annegamento: è stata straziata con una lama Confermato il femminicidio da parte dell’ex marito, che poi si è tolto la vita gettandosi in acqua

Lorena era già morta. Prima di inabissarsi con l’auto guidata dall’ex marito Stefano Del Re nel fiume Po a Casalmaggiore, nel Cremonese, Lorena Vezzosi, 53 anni, era già stata uccisa da un colpo fatale, probabilmente una coltellata, al cuore. È glaciale e terribile il verdetto che arriva dopo l’autopsia compiuta ieri all’ospedale di Cremona sui corpi dei due ex coniugi trovati senza vita venerdì nel Po, dopo che le telecamere della società canottieri della zona avevano immortalato alle 2.57 di venerdì il folle volo in acqua del veicolo a bordo del quale Stefano Del Re e Vezzosi si trovavano. L’esame autoptico eseguito dall’anatomopatologa Elena Invernizzi avrà bisogno di 60 giorni per fornire tutte le verità sul giallo del Grande Fiume che i corpi delle vittime hanno potuto fornire, ma quel che è già lapidario è che un femminicidio si temeva e di un femminicidio, infine, si è trattato. Lorena è stata uccisa molto probabilmente dallo stesso uomo che aveva promesso di amarla per sempre. Lo stesso uomo con cui da dicembre la donna aveva interrotto la relazione e con cui non conviveva più nella casa di via Terranova a Santarcangelo. L’uomo, il 55enne Stefano Del Re che invece ha ucciso a coltellate quella donna da cui non sopportava di distaccarsi, che non sopportava potesse, nel frattempo, essersi rifatta una vita (…)

Articolo tratto da Resto del Carlino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy