Rimini. Occupazione abusiva villa Ricci, il giudice nega il sequestro. Corriere Romagna

Corriere Romagna: “Casa Madiba”, il giudice nega il sequestro / L’occupazione di Villa Ricci può continuare / Il gip risponde no alla procura perchè fra gli attivisti e l’amministrazione comunale è in corso una trattativa / L’assessore Jamil Sadegholvaad nega: non è stato fatto alcun accordo. Pazzaglia (Fare Comune) lo smentisce

RIMINI. Colpo di scena nell’occupazione di “Villa Ricci” in viale Ceccarelli, da parte degli attivisti di Casa Madiba. Dopo la denuncia del Comune, la Procura ha chiesto il sequestro dell’immobile, ma il gip Sonia Pasini ha detto no. Quindi? L’occupazione continua.

Come mai? Nel caso specifico il giudice riconosce il fumus di reato da parte dei sei attivisti indagati per invasione di proprietà altrui, però spiega che il giorno del blitz (il 23 maggio) l’assessore Jamil Sadegholvaad aveva incontrato una esponente del Paz e di fatto aperto una trattativa informale sulla permanenza delle persone all’interno dello stabile di proprietà comunale, impegnandosi anche all’attivazione di un tavolo tecnico per risolvere l’emergenza abitativa. Quindi, per il gip, non sarebbe certa da una parte la volontà di occupare abusivamente o dall’altra del Comune di tornare in possesso di Villa Ricci.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy