Rimini. “Ospedale in crisi per colpa dei pazienti No vax, c’è chi chiama l’avvocato per opporsi alle cure”

Il Resto del Carlino. “Ospedale in crisi per colpa dei pazienti No vax. C’è chi chiama l’avvocato per opporsi alle cure”

MANUEL SPADAZZI – (…) Quanti sono attualmente i malati Covid ricoverati in provincia? “Abbiamo 133 pazienti all’ospedale ‘Infermi’, e di questi 18 sono in Terapia Intensiva – spiega Francesca Raggi, direttrice del presidio ospedaliero di Rimini -. Poi ci sono circa altri 50 malati Covid ricoverati tra l’ospedale ’Ceccarini’ di Riccione, la clinica privata ’Villa Maria’ di Rimini e la casa di riposo ’Galli’ a Cattolica. In pochi giorni i ricoveri sono cresciuti in maniera significativa per effetto del boom di casi dovuto alla variante Omicron, che colpisce soprattutto i non vaccinati”. Tra i pazienti, quanti non hanno mai fatto il vaccino? “Sono la stragrande maggioranza. Abbiamo in questo momento nel Riminese oltre il 90% di ricoverati che o non è vaccinato, o ha fatto solo una dose. I vaccinati con due o tre dosi sono davvero pochi. Ma c’è anche un’altra grande differenza che balza agli occhi”. Quale? “L’età. È molto più bassa tra i ricoverati non vaccinati, rispetto ai vaccinati. L’età media dei pazienti non vaccinati viaggia intorno ai 60 anni, quella dei vaccinati supera gli 80 anni”. C’è chi continua a rifiutare le cure, tra i pazienti No vax? “Purtroppo sì. Molti di loro chiedono espressamente di modificare il percorso terapeutico indicato dai medici. Ci siamo ritrovati, in questi giorni, anche casi di pazienti che si sono rifiutati e altri che ci hanno fatto inviare le lettere di diffida dai loro avvocati perché non volevano sottoporsi alle cure prescritte”. (…)

Articolo tratto da Il Resto del Carlino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy