Rimini: Palas, definito il programma dell’inaugurazione (15-16 ottobre)

L’inaugurazione del nuovo Palacongressi di Rimini sarà una grande festa per la città, destinataria con tutto il territorio di una struttura dedicata al turismo d’affari, sicura protagonista sui mercati internazionali.

Per questo, oltre alla cerimonia inaugurale di rito riservata ad autorità, operatori, clienti e stampa, il programma prevede un forte coinvolgimento dei cittadini.

L’avvio della cerimonia è previsto per le ore 17.00 di sabato 15 ottobre quando gli ospiti, sotto la conchiglia del Palas, saranno accolti da Kay Rush, poliedrica giornalista originaria di Milwaukee e da tanti anni in Italia, noto volto tv e voce radiofonica (oggi ai microfoni di Radio Montecarlo).

Alle 17.30 il Palas sarà benedetto da S.E. Monsignor Francesco Lambiasi, Vescovo di Rimini.

A seguire il taglio del nastro da parte del Ministro del Turismo Michela Brambilla, del presidente della Regione Emilia Romagna Vasco Errani e del Presidente di Rimini Fiera Lorenzo Cagnoni.

Gli ospiti saliranno poi nella sala Anfiteatro, accolti dai canti di un coro composto da bambini, per seguire gli interventi istituzionali; quindi saranno condotti ad una visita al Palacongressi e, dopo una cena nella Sala della Piazza, la serata si concluderà con quello che si vuole diventi l’anello di congiunzione fra il programma istituzionale e la festa che coinvolgerà la cittadinanza.

Alle 22.30, all’esterno del Palacongressi, partirà uno spettacolo pirotecnico che si preannuncia di grande emozione, fruibile dall’esterno con una visuale privilegiata dal parco adiacente il Palacongressi, così che tutti i cittadini possano ammirarlo.

Nella giornata di domenica 16 ottobre, le porte del Palacongressi di Rimini saranno aperte a tutti dalle 11 alle 17.

Ad accogliere coloro che vorranno conoscere il Palas, le animazioni all’esterno e all’interno da parte di artisti.

La concomitante e assai partecipata Festa del Borgo di Sant’Andrea, che si svolgerà nello stesso week end a poche centinaia di metri dal nuovo Palacongressi, rappresenterà un’ulteriore opportunità per favorire la massima partecipazione, obiettivo di tutti coloro che hanno avuto a cuore la realizzazione dell’opera, ora patrimonio del territorio.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy