Rimini. Riqualificazione centro storico: cambia ‘il mondo’

RIMINI. Sarà il nuovo skyline di Rimini, come annuncia il sindaco di Rimini Andrea Gnassi: un centro storico rinnovato, che potrà contare sulla casa del cinema dedicata a Fellini (ex Fulgor), sul Teatro Galli (ricostruito), sulla Rocca Malatestiana non più circondata da un parcheggio, ma da un parco a misura di uomo (di cittadino e di turista). Via tutti gli operatori del mercato ambulante del mercoledì e del sabato, che probabilmente non accetteranno questa decisione con rassegnazione. Il Consiglio Comunale di Rimini ha infatti – con 17 voti a favore, 6 contrari e 3 astenuti – approvato nella seduta di mercoledì sera la variante al Prg per la riqualificazione di piazza Malatesta, un intervento che da parte del progetto più ampio di valorizzazione, rigenerazione ambientale e rilancio turistico di quel quadrante di città che dal Ponte di Tiberio passa le mura malatestiane, Castel Sismondo, piazza Malatesta, il Teatro Galli e piazza Cavour. 

L’approvazione definitiva della variante, infatti, renderà possibile la realizzazione degli interventi di riqualificazione della piazza, evidenziando la cinta muraria di Castel Sismondo e del perimetro del suo antico fossato ma anche intervenendo con l’inserimento di funzioni attrattive, nella riorganizzazione dei percorsi, delle pavimentazioni, dell’illuminazione e degli arredi urbani nell’area tra il Teatro Galli e il castello, simboli identitari e gioielli architettonici della città.

Si tratta di un ulteriore passaggio dopo l’approvazione da parte della Giunta Comunale sia del progetto preliminare di riqualificazione della piazza sia del progetto definitivo per il primo stralcio dello scavo archeologico. In merito a quest’ultimo intervento, scadrà lunedì il termine per la presentazione delle offerte: si procederà quindi all’apertura delle buste e all’assegnazione dei lavori (stimati in 192.000 euro, mentre il costo dell’opera ammonta a 260.000), che si completeranno in primavera.

Il progetto preliminare di riqualificazione della Piazza, approvato a inizio marzo per essere inserito nel piano triennale dei lavori pubblici, tiene conto dello studio effettuato con la relazione storico documentale ed è finalizzato all’organizzazione degli spazi e dei percorsi nell’articolazione formale e morfologica derivata dalla testimonianza storico – archivistica. Seguendo le indicazioni che deriveranno dagli scavi archeologici estensivi – sarà rievocata la presenza dell’antico fossato e del fossato verso la campagna, tramite cambi di materiali nella pavimentazione e salti di quota.

Il fossato rievocherà il perimetro con una pavimentazione in materiale lapideo. Qualora i resti della cinta muraria che dividevano il fossato dalla corte a mare si impostassero a quote sufficientemente alte si valuterà l’opportunità di portarli in superficie lavorando sulle quote del piano di campagna con la creazione di un muretto basso ad uso seduta, per evidenziare l’antico tracciato delle mura che dividevano il fossato dalla corte a mare.

L’illuminazione delle mura del castello sarà realizzata con tutti gli accorgimenti utilizzati nel caso di illuminazione di edifici classificati di interesse storico-architettonico e monumentale.

Il costo preventivato dall’intervento e inserito a bilancio ammonta a 1.700.000 euro.

Comunicato Stampa Comune di Rimini




Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy