Rimini. Rubò i soldi al barbone bruciato, in libertà la Gabellini. Nuovo Quotidiano

Nuovo Quotidiano di Rimini: Era ai domiciliari / La Gabellini torna in libertà

RIMINI. Lidia Gabellini torna in libertà. Il tribunale del Riesame ha accolto la richiesta del suo legale, l’avvocato Alessandro Petrillo. La 39enne avvocato riminese era stata arrestata e messa ai domiciliari il 23 gennaio scorso con l’accusa di peculato nell’ambito dell’operazione denominata “Vampiro” attraverso la quale gli inquirenti scoprirono che la donna, figlia di una famiglia benestante di Rimini e moglie di un medico dell’ospedale Infermi, si era appropriata, attraverso continui prelievi dai conti correnti, di 190mila euro di proprietà di Andrea Severi, il barbone tarantino al quale quattro ragazzi diedero fuoco nel 2008 e rimasto gravemente ustionato (…).


Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy