Rimini San Marino: frode carosello, 16 nei guai

Andrea Rossini di Corriere Romagna San Marino:  Maxi-evasione. Nell’associazione per delinquere anche due professionisti, il giudice rinvia tutti a giudizio /
Frodi carosello: 16 nei guai /
Senzatetto assoldati come prestanome: uno patteggia due anni


RIMINI. Associazione per
delinquere finalizzata alla
commissione di natura fiscale,
emissione e l’utilizzo
di fatture inesistenti, omessa
dichiarazione dei redditi,
occultamento e distruzione
di documenti contabili. Sono
le accuse per le quali, a vario
titolo, il giudice dell’udienza
preliminare del Tribunale di
Rimini, Vinicio Cantarini,
ha disposto il rinvio a giudizio
per sedici persone.
L’architetto del “c ar os el lo
societario”, secondo l’a c c usa,
era Giuseppe Filardi, 47
anni, calabrese d’origine, difeso
dall’avvocato Umberto
De Gregorio. Con l’aiuto di
due professionisti e vari prestanome
pescati anche tra
sbandati e senzatetto, in pochi
anni avrebbe messo in
rete una ventina di società
allo scopo di rendere il più
complicato possibile il meccanismo,
ben conosciuto dagli
investigatori della Guardia
di finanza, della “frode
carosello” all’ombra del Titano.
Il risultato? Un’ e v a s i one
“reale” da 24 milioni di
euro, tra imposta e Iva
“mancata”. Saranno processati
a partire dal 7 luglio
prossimo.
(…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy