Rimini, sciopero farmacie privati. Protesta di fronte all’Ausl

Circa 120, tra farmacisti e
collaboratori, hanno manifestato ieri di fronte alla sede
dell’Ausl di Rimini contro la “massiccia distribuzione diretta dei
farmaci” da parte dell’azienda sanitaria. In concomitanza, lo
sciopero dei farmacisti privati aderenti a Federfarma (69 negozi su
tutta la provincia), l’unione sindacale che ha guidato la protesta
contro la direzione generale dell’Ausl che, a dire di Federfarma,
distribuirebbe 200mila medicinali in più rispetto a quanto previsto
dall’accordo regionale.

Dal canto suo, il direttore generale Marcello
Tonini ha sempre risposto di aver agito secondo le regole e ricordato
che la distribuzione diretta fa risparmiare alla sanità pubblica
locale circa 4 milioni di euro all’anno. Ma tre milioni e 300mila
euro sarebbero invece i mancati incassi quantificati dai farmacisti
privati negli ultimi due anni: e tanto chiedono, ora, di risarcimento
all’Ausl, con una nota di diffida inviata anche alla regione.

Alla
colorita manifestazione di stamane (tra striscioni e slogan
eloquenti, come “Con Monti più farmacie aperte, con Tonini più
farmacie chiuse”), Tonini non s’è presentato, ma Federfarma gli ha
fatto recapitare un volantino che riassumeva le ragioni dello
sciopero. “Parlare con lui ora sarebbe scontrarsi muro contro muro
– ha commentato il segretario di Federfarma di Rimini Roberto
Deluigi -, le risposte, le attendiamo dalla regione”.

In base
all’accordo con l’assessorato alla sanità, l’Ausl non dovrebbe
distribuire più di 558mila pezzi l’anno, ma nel 2011 ne avrebbero
diramati sul territorio oltre 700mila. Così, accusa Federfarma, si
mettono a dura prova le farmacie più piccole, quelle rurali che
lavorano all’80% col servizio sanitario nazionale”.

 

 

Ascolta il giornale radio di oggi

Oggi i Giornali parlano di…

Webcam Nido del Falco

Meteo San Marino di N. Montebelli

Vignette di Ranfo

Accadde oggi, pillola di storia

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy