Rimini si preoccupa per la crisi di San Marino. Agenzia Dire

Si’ di Stefano Vitali al leader di Confindustria Rimini Maurizio Focchi. I problemi dei frontalieri sammarinesi entrano dunque nell’agenda della Provincia, che si propone di guidare una cabina di regia delle istituzioni locali per definire una posizione comune da portare al ministro Tremonti. Al centro dello scontro la finanziaria sammarinese, che prevede un aumento della tassazione per gli italiani che  lavorano sotto il Titano che stime del sindacato Csu quantificano in un aumento annuo fino a mille euro.     Vitali in una nota si dice pronto ad organizzare “un incontro con il presidente di Confindustria Rimini, con il presidente della Camera di Commercio (Manlio Maggioli, ndr) e con i Parlamentari eletti sul nostro territorio al fine di definire la posizione comune e motivata espressa dalle istituzioni locali da far pervenire rapidamente al Ministro dell’Economia”. Vitali, spiega la nota della Provincia, si e’ mosso sulla scorta di “sempre piu’ numerose segnalazioni preoccupate alla Provincia da parte di associazioni di categoria, di singoli operatori, e di lavoratori frontalieri, circa le ripercussioni negative su lavoratori e imprese di Emilia Romagna e Marche, provocate delle attuali, difficili relazioni economiche tra Italia e Repubblica di San Marino”. Il presidente della Provincia ricorda che il problema riguarda circa 7 mila lavoratori italiani direttamente impegnati nelle imprese del Titano e che l’indotto delle imprese italiane che operano verso quello Stato coinvolga direttamente oltre 10 mila lavoratori.
    Vitali auspica poi che riprenda “nel piu’ breve tempo possibile la collaborazione con il Governo di San Marino, nel rispetto e condividendo la linea fiscale di rigore, cosi’ da favorire la ripresa delle normali attivita’ economiche tra gli operatori dei due Stati”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy