Rimini. Sicurezza

Il Resto del Carlino

Pattuglie in riva al mare per la nostra sicurezza

Arrivano i nostri: oltre 250 uomini per blindare la spiaggia di Ferragosto

LA PAROLA d’ordine è sicurezza. Per i turisti, che in massa sono arrivati in Riviera per trascorrere le vacanze e per i residenti. Quest’anno poi lo spiegamento di uomini e mezzi da parte delle forze dell’ordine è massiccio anche per il timore di attentati terroristici. Così per questo lungo weekend di Ferragosto saranno più di 250 le divise, tra Polizia, carabinieri, Polizia municipale, impiegate a sorvegliare la Riviera riminese. Un pattugliamento, 24 ore su 24 ore, con agenti in borghese e in costume, mimetizzati tra i villeggianti durante il giorno, ma anche unità cinofile, agenti a cavallo, poliziotti con le moto d’acqua oltre ai ‘normali’ servizi con poliziotti e carabinieri in divisa. Tanti gli obiettivi da tenere sotto controllo in nome della prevenzione: dai classici furti sotto l’ombrellone alla lotta all’abusivismo commerciale per arrivare ai predoni di spiaggia durante la notte e scongiurare anche spaccio di droga, rapine o violenze sessuali, sulla battigia come nei parchi cittadini. Ed in nome della sicurezza in spiaggia, il questore ha chiesto che i bagni tengano la spiaggia illuminata durante la notte. E così a Bellaria, Rimini e Riccione tutti i bagnini accenderanno le luci sulla battigia. Discorso a parte meritano gli obiettivi sensibili come porto, aeroporto, stazione, chiese, centri commerciali e luoghi dove si svolgono grandi manifestazioni che sono costantemente sorvegliati contro il rischio di attentati. E già ieri mattina i poliziotti erano al lavoro in riva al mare dove hanno arrestato uno straniero sorpreso con sostante stupefacenti nascoste nello zaino. A stanarlo sono stati i cani antidroga. Un’attività intensa, quella della Polizia, che sta dando i suoi frutti, registrando un calo di denunce del 45%. Nei primi tredici giorni del mese sono state arrestate 22 persone mentre ne sono state denunciate 76: in totale sono state controllate oltre 4mila persone. Gli agenti hanno anche ritirato 22 patenti ad altrettanti conducenti sorpresi al volante sotto l’effetto di alcol o droga a fronte delle 2.700 auto controllate.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy