Rimini. Tabaccaia finisce nelle mani degli usurai: rovinata, li denuncia. NQ di Rimini

Adriano Cespi – NQ di Rimini: La donna dal 2003 al 2007 era finita sotto di 580mila euro. Il suo avvocato chiede 420mila euro di risarcimento / Tabaccaia rovinata dagli usurai / Due assicuratori riminesi suoi “strozzini”sono stati rinviati a giudizio / Un aguzzino condannato a 2 anni e 4 mesi e un altro patteggia la pena

RIMINI. Finisce nelle grinfie degli strozzini per risolvere i gravi problemi economici della famiglia. Nonostante la sua attività, era titolare di una tabaccheria a Rimini, andasse a gonfie vele. Prima una piccola somma, poi una più grande, fino a cifre da capogiro con interessi stellari (in alcuni casi anche del 100%). E’ l’inizio dell’incubo per B.A. una signora 50enne di Rimini. La donna, inizialmente, riesce a restituire i “prestiti”, per poi non farcela più. Fino ad andare sotto di 420mila euro (agli usurai avrebbe dovuto restituire qualcosa come 580mila euro) e vedersi costretta, così, a denunciare tutto alla Guardia di Finanza. (…)


Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy