Rimini. Troppi freni alla disponibilita’ al consumo. Nuovo Quotidiano di Rimini

Nuovo Quotidiano di Rimini: Ma le categorie promuovono il cartellone di Capodanno: “Bellissimo programma, va incontro ai giovani” / “Troppi freni al consumo” / Simonetti: “Incognite nazionali, e poi il problema aeroporto da non sottovalutare” / Callà: “La gente costretta a non spendere, ma qualche spiraglio di luce c’è”

RIMINI – (ag) Anche quest’anno un Capodanno con l’x Factor. E anche i commercianti, oltre agli albergatori (già lanciati con le offerte all inclusive), ringraziano. “Una scelta che va benissimo, l’obiettivo del resto è attirare il target giovanile” osserva Gianfranco Simonetti, presidente Confesercenti Rimini. “Un bellissimo programma che senz’altro incontrerà il favore dei giovani” gli fa eco il presidente Confcommercio Rimini Gaetano Callà. Si parte dunque con il piede giusto. Ma attenzione ad equivocare. Nessuna bacchetta magica che abbia spazzato via crisi e difficoltà. Che rimangono, anzi, al quadrato. “Qua siamo di fronte ad un continuo bollettino di guerra, a scenari sempre più difficili ed incerti” osserva Simonetti. Il riferimento è ad un quadro nazionale che consegna “incognite” più che “chiarezza” (tra Imu e acronomi vari, per dire), facendo così da freno alla disponibilità al consumo. Ma anche a quello locale. “Alle problematiche quotidiane–continua il presidente Confesercenti– ora si è aggiunta la vicenda Aeradria”. (…) Dito puntato invece ai fattori frenanti dovuti alle iniziative governative da parte di Gaetano Callà: “Tra scadenze di rate da pagare, redditometro ed altro ormai la gente è costretta a non spendere”. Eppure “la voglia di consumo” c’è, è tornata, secondo il presidente di Confcommercio: “La gente si è stufata di sentire che va tutto male e sempre di più sente il bisogno anche di svagarsi ogni tanto”. (…)

 


Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy