Rimini. Usura, sequestrati 5 appartamenti. Corriere Romagna

Corriere Romagna: Dà una mano al fidanzato squattrinato e si ritrova nelle mani degli strozzini / Trentenne commessa riminese “liberata” dal compagno e dagli usurai dal nucleo di polizia tributaria della finanza / Sequestrati alla coppia di cravattari bolognesi cinque appartamenti per un valore di un milione e 850mila euro

RIMINI. Non ha esitato un attimo a dare una mano al fidanzato con problemi economici che però l’ha tradita ingannandola e mettendola tra le braccia di due usurai privi di scrupoli. Avidità costata molto cara ai due bolognesi (uomo e figliastro) che a fronte di incassi per 25mila euro sono stati denunciati per estorsione e usura ma, soprattutto, si sono visti mettere sotto sequestro preventivo a fini di confisca 5 appartamenti a Bologna per un valore di un milione e 185 mila euro.

È stato il nucleo di polizia tributaria del comando provinciale della Guardia di finanza di Rimini a mettere fine alla loro lucrosa attività con un’indagine relativamente breve ma minuziosa e dettagliata che ha permesso al pubblico ministero Davide Ercolani di chiedere e ottenere dal Gip Vinicio Cantarini il sequestro dell’impero immobiliare dei due presunti usurai e la denuncia per estorsione in concorso del fidanzato. Anche lui bolognese, che sbanca il lunario facendo la stagione come animatore e a Rimini abita con la madre, nullatenente, in un’altra abitazione di proprietà degli indagati. Una casa non sequestrata grazie a un mutuo acceso in banca che ha permesso di stabilirne l’acquisto regolare. (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy