Sammarinesi all’estero. Intervista di San Marino Oggi a Vittorio Broccoli

San Marino Oggi: Vittorio Broccoli: “Il sistema clientelare sbarra le porte alla meritocrazia” / “Per l’Erasmus ho ricevuto solo 140 euro al mese da San Marino, le quote sono più alte in altri Paesi”

“Ho ricevuto solamente 140 euro al
mese come borsa di studio da San
Marino, mentre sia in Italia che in altri
Paesi le quote sono più alte poiché
ricevono finanziamenti anche dall’Ue”.
A raccontarlo è Vittorio Broccoli, uno
studente sammarinese che frequenta
l’Università commerciale “Luigi Bocconi”
di Milano.
In passato ha anche studiato e vissuto
in Spagna in qualità di studente Erasmus.

[…]

Per quale motivo ha preferito andare
a studiare all’estero anzichè rimanere
qua sul Titano?

“L’Erasmus o una esperienza di studio
all’estero lo consiglio a tutti gli studenti
universitari, perché è molto utile. È
un’esperienza di vita che ti mette in
contatto e a confronto con altre culture
(studenti da tutto il mondo). Inoltre
vivere in un altro Paese per un certo
periodo, che non sia la vacanza di due
settimane, permette di entrare in contatto
con la realtà di quel luogo. Ci si
deve confrontare con modi di pensare
e vivere diversi, anche se nel mio caso,
la cultura spagnola è molto simile. Infine
l’importanza d’imparare una nuova
lingua, oggi in un mercato del lavoro
così competitivo e globalizzato è diventato
necessario conoscere più di
una lingua, specialmente l’inglese”.

Come è stato per lei lasciare San
Marino?

“Lasciare San Marino facile, rientrarci
più difficile. Quello che spesso accade
a molti studenti è il rientro dall’Erasmus.
Abituato a continui nuovi stimoli,
città più grandi, rientrare a San Marino
significa rientrare in una realtà piccola,
chiusa e limitata culturalmente. Ovviamente
il paese piccolo ha anche i suoi
vantaggi”.


Le piacerebbe stare stabilmente a
San Marino dal punto di vista professionale?


“A San Marino sto bene e mi piacerebbe
rimanerci anche in futuro dal punto
di vista professionale, però credo che
per il momento ci siano alcuni limiti
soprattutto nel settore marketing, quello
in cui mi piacerebbe lavorare.

[…]

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy